CONFERENZA
GIORGIO GALLESIO: LE OPERE E L’ATTIVITÁ AGRICOLA A FINALE

La conferenza sul nostro illustre concittadino è tenuta da Irma BENIAMINO, paesaggista, Accademia Nazionale di Agricoltura.
Il Conte Giorgio Gallesio (Finale 1772 - Firenze 1839), poliedrica figura di erudito di inizio Ottocento, fu proprietario terriero, diplomatico, pubblico funzionario dall’epoca napoleonica alla Restaurazione.
Alcuni membri della casata Gallesio avevano rivestito le più importanti cariche pubbliche nel governo di Finale e anche Giorgio non si sottrasse alla tradizione famigliare intraprendendo gli studi giuridici, affiancati da interessi umanistici e soprattutto da una forte inclinazione per le Scienze Naturali affrontate con rigore scientifico. 
Egli deve la fama al suo impegno nella “Scienza dei frutti” soprattutto per la sua opera maggiore la Pomona Italiana (1817-1839), preceduta nel 1811 dal Traitè du Citrus, pubblicazione che fu accolta favorevolmente dal mondo scientifico, procurandogli fama di studioso.
L’incontro, dedicato all’eclettica personalità di Gallesio, sarà incentrato sul suo profilo scientifico attraverso le opere a stampa ed i rapporti con la comunità di scienziati e con i collezionisti botanici nazionali ed internazionali.
L’attività agricola di Gallesio nella “villa sperimentale” di Finale - che oggi verrebbe definita una banca del germoplasma frutticolo - verrà delineata attraverso le osservazioni agronomiche, climatiche ed economiche su Finale e sul litorale ligustico, riportate nei suoi Giornali di agricoltura, unitamente ad una documentazione archivistica inedita.

Gli incontri si avvarranno di supporti multimediali.

lezioni

L’unica lezione/conferenza si terrà in “Sala Gallesio”

Gioved' 17 ottobre 2018 - ore 16:00.