DALL’OPZIONE RIFIUTI ZERO ALL’ECONOMIA CIRCOLARE

Questo corso è tenuto da Nat RUSSO, laureato, docente, esperto di comunicazione e di spettacolo, appassionato di problematiche legate all’alimentazione ed all’enogastronomia.
Tutti siamo coinvolti quotidianamente con il problema dei rifiuti. Dobbiamo smaltirli ogni giorno dalla nostra abitazione ai cassonetti traboccanti. Poi ne perdiamo traccia, ma dove vanno? Sentiamo dai tg che il mondo si sta riempiendo di rifiuti, che i nostri mari sono colmi di plastica, che le discariche abusive sorgono ovunque, che c’è una terra chiamata addirittura Terra dei Fuochi dove i rifiuti ammassati lungo le strade vengono bruciati ogni giorno come una nuova spaventosa biblica Geenna. Sentiamo gli ecologisti denunciare le emissioni atmosferiche dei cosiddetti termovalorizzatori, che esiste una sorta di turismo dei rifiuti che li sposta a caro prezzo da una regione all’altra, di siti di smaltimento chiusi perché gestiti dalle cosiddette ecomafie.
Proporre quindi una “opzione rifiuti zero” appare quindi uno slogan tra l’utopia e la provocazione. Non è così, ma occorre capire bene cosa significhi e come può diventare praticabile. Questo ci porta al secondo momento della nostra riflessione: l’opzione zero è praticabile se cambia il nostro modo di progettare, produrre, distribuire, consumare, utilizzare, smaltire. Questo vuol dire sostituire il modo in cui si intende la durata e la vita dei prodotti, passando da un segmento “dalla culla alla tomba” ad un cerchio “dalla culla alla culla”.

Gli incontri si avvarranno di supporti multimediali

Lezioni

Giovedì ore: 17.0 –  04 Incontri  –  Sede: Sala “Gallesio” 

  • 09 gennaio 2020 - Il ciclo dei rifiuti
  • 16 gennaio 2020 - L’opzione rifiuti zero
  • 23 gennaio 2020 - L’economia lineare
  • 30 gennaio 2020 - L’economia circolare.