IL CONFINE ORIENTALE. FIUME E TRIESTE

Il corso è tenuto da Elisabetta BERTOLOTTI autrice del libro “Una famiglia qualunque”, legata da storia familiare a quei luoghi ed appassionata alle vicende di quella regione.
Quest'anno approfondirà ulteriormente le vicende del Confine Orientale ed in particolare le città  di Fiume e Trieste, porti di elevata importanza commerciale, che già nel 1719 furono proclamati porti franchi dal governo asburgico, dove gravitarono e confluirono le merci di buona parte dell'Impero. Tre secoli di storia, commerci e tradizioni uniscono le due città, molto simili tra loro, ma anche molto diverse.

Gli incontri si avvarranno di supporti multimediali

lezioni

Lezioni: Martedì ore 15:30 - 02 incontri - Sede: “ Sala Gallesio “

  • 07 Gennaio 2020 - Gabriele D'Annunzio a Fiume
    La lezione sarà dedicata interamente all'impresa dannunziana di cui ricorre quest'anno il centenario (1919-1920) della presa di Fiume da parte di Gabriele D'Annunzio con i suoi 2.600 legionari, per reclamarne l'annessione all'Italia; analizzeremo la seguente istituzione della Reggenza del Carnaro, gli aspetti storico-politici, ma soprattutto i principi innovativi, libertari ed artistici, precursori di molte riforme attuate negli anni successivi. Importante anniversario di un fatto che ha, nel secolo scorso, segnato profondamente la storia della città e che ha avuto un'importanza non trascurabile per la storia europea e mondiale.
  • 14 Gennaio 2020 - Trieste porto di confine.
    Trieste merita un approfondimento particolare: città cosmopolita di confine, dove nessuno è del tutto italiano e nessuno del tutto straniero. La esamineremo dallo scoppio della I guerra mondiale all'esodo giuliano dalmata, specialmente nel periodo 1945-1948 quando la città ha rappresentato l'Italia nel momento più difficile del '900 anche attraverso imprese sportive. Concluderemo con un'osservazione sul Territorio Libero di Trieste, mai realizzato, sulla foiba di Bassovizza e sull'esodo da Muggia nel 1954 quando, a seguito del Memorandum di Londra, circa una metà del territorio di questo Comune venne ceduta alla Jugoslavia.