LETTERATURA FEMMINILE DEL ‘900

Graziella FRASCA GALLO, dopo aver presentato negli anni precedenti, esclusivamente Autrici italiane (A.Vivanti, G. Manzini, L. De Stefani, O. Fallaci, F. Cialente, R. Viganò, A. Merini, M. Murgia, C. Invernizio, G. Sapienza, E. Ferrante e M. Mazzantini), quest’anno ha voluto allargare la scelta alla letteratura femminile mondiale, nell’intento di esplorare spazi letterari di più ampio respiro. Inizia perciò una nuova “avventura”, che porterà a conoscere donne più o meno note, ma comunque sempre interessanti (pur nella loro estrema diversità di comunicazione letteraria). 

  • Virginia Woolf, inglese, attivamente impegnata nella lotta per la parità dei diritti, fu una figura di rilievo nell’ambiente letterario londinese. Fu considerata una profonda innovatrice della letteratura inglese e si avvalse di una prosa molto lirica.
  • Marguerite Duras, francese, nata nell’Indocina francese da due insegnanti, mentre è in collegio a Saigon si innamora e la sua esperienza in Indocina riemergerà sempre nei suoi scritti. Tornata in Francia, parteciperà alla resistenza durante l’occupazione nazista. Morirà ritirata in casa volontariamente
  • Harper Lee, statunitense, ebbe una vita familiare non semplice (padre rigido avvocato e madre sempre malata), collaborò e fu grande amica di Truman Capote e dopo l’enorme successo del suo “Buio oltre la siepe” si ritirò a frugale vita privata
  • Elfriede Jelinek, austriaca, ebbe rapporti molti difficili con i suoi genitori (emergono nell’autobiografico “La pianista”) e si dedicò intensamente alla politica ed al partito comunista, fu impegnata femminista ed anche contro il malcostume della vita politica, giudicando l’Austria ancora troppo impregnata di nazismo. Il suo Nobel suscitò reazioni contrastanti (2004) 

lezioni


Martedì - ore 15,30 - 04 incontri - Sede: “ Sala Gallesio “.

22 Ottobre 2019 - Virginia Wolf

29 Ottobre 2019 - Marguerite Duras

05 Novembre 2019 - Harper Lee

12 Novembre 2019 - Elfriede Jelinek